venerdì 29 giugno 2007

Trucchi per Guadagnare con i BLOG

Ecco un interessante articolo sul guadagnare con i blog:

Una forma pubblicitaria che funziona molto bene e garantisce ottime commissioni anche se hai poco traffico sul blog è proprio il programma di affiliazione di Autostima.net. Infatti vi sono una serie di banner progettati apposta per essere inseriti in un blog.

TRUCCO: puoi fare soldi con i blog semplicemente inserendo banner pubblicitari di programmi di affiliazione

Poiché non vieni pagato per clic (come Google Adsense), ma in commissioni sulle vendite, può bastare che una sola persona compra ad esempio la serie di videocorsi e tu hai guadagnato centinaia di euro in una sola volta. Inoltre, poiché ciascun banner contiene una decina di link, praticamente tutti troveranno almeno un prodotto che gli interessa, per cui farai necessariamente tanti clic e tante vendite.

Questa è la procedura per guadagnare:

1) Vai su http://www.Autostima.net/partner/ e registrati

2) Entra nel tuo pannello di controllo e clicca “Hai un sito”

3) Copia il codice Html del banner 120x600 (ideale per blog)

4) Vai nel tuo blog o creane uno nuovo su www.Blogger.com , clicca su Modello e poi su “Aggiungi Elemento Pagina” sulla colonna laterale

5) Clicca su HTML/Javascript – Aggiungi al Blog

6) Intitola “Risorse Utili” e incolla il codice HTML del banner 120x600 che avevi copiato nel pannello affiliati di Autostima.net

7) Il tuo banner è subito online nel tuo blog!

E’ un trucco straordinariamente semplice e veloce, e puoi anche inserire gli altri banner presenti nel tuo pannello di controllo su Autostima.net. Infatti più banner inserisci, più prodotti pubblicizzi, più possibilità hai di incontrare l’interesse dei tuoi visitatori. Ad esempio puoi inserire un altro banner verticale 120x600 subito sotto al primo che hai inserito: la procedura è la stessa.

Questo ti consente di iniziare a guadagnare soldi da subito. Non solo perché tutti gli utenti che passeranno dal tuo blog troveranno un prodotto interessante, ma perché il programma di affiliazione di Autostima.net ti riconosce immediatamente 30 euro già se inserisci solamente il banner.

Te lo ripeto: basta che inserisci il banner sul tuo blog, anche se hai zero visitatori, e hai già guadagnato 30 euro! Questo è per premiare tutti i nuovi affiliati che si mettono subito a lavoro.

Parti da qui: http://www.Autostima.net/partner/

sabato 23 giugno 2007

Trucchi SEO

La formula segreta per essere primi su Google è di immenso valore per chiunque investa su internet, perché ti permette di risparmiare decine di migliaia di euro all’anno in pubblicità e di trasformare un cattivo investimento in un ottimo investimento.

Io ho centinaia di affiliati che rivendono con successo i miei prodotti. E molto spesso queste persone mi scrivono per chiedermi se i loro risultati sono buoni o nella media. Prendiamo il caso di un affiliato che mi ha mandato 1.000 click usando Google Adwords e ha portato 10 ordini per un guadagno di 300 euro.Secondo te è un buon investimento?

Non lo puoi sapere. Né lo posso sapere io. La risposta dipende da quanto lui abbia pagato quei 1.000 click. Perché se li ha pagati 10 centesimi l’uno, ha speso 100 euro e ha fatto un ottimo investimento. Speso 100, guadagnato 300, davvero ottimo.Ma se quei click li ha pagati 50 centesimi l’uno perché semplicemente ha impostato il budget e il CPC (cost per click) suggerito da Google Adwords, allora avrà speso 500 euro. Spesi 500, guadagnati 300: persi 200 euro, un pessimo investimento.

Quindi ciò che fa veramente la differenza è quanto tu paghi un clic. Se sbagli questa impostazione, sbagli l’intero investimento e ti bruci per sempre la possibilità di fare soldi online.

SEGRETO: se paghi troppo i click su Google Adwords allora il tuo investimento sarà perdente.

Ecco perchè può essere molto importante imparare strategie e trucchi per il SEO, Search Engine Optimization: puoi risparmiare migliaia di euro all'anno di pubblicità.

Articolo tratto da FARE SOLDI ONLINE CON GOOGLE

Google Adwords: Annuncio Vincente

Il segreto per fare soldi online con Google è sfruttare e ottimizzare al meglio i tuoi annunci. Il punto focale è sicuramente il Titolo dell’annuncio. Infatti è nel titolo che va assolutamente inserita la keyword (parola chiave) che hai scelto.


Se hai scelto la parola chiave “ricette”, allora il tuo titolo potrebbe essere “Guida alle ricette”.Infatti quando un utente cerca “ricette” su Google, ed esiste un annuncio che la contiene, quella parola risulta visualizzata in grassetto all’interno dell’annuncio stesso. Ci hai mai fatto caso?


La parola chiave sia nei risultati gratuiti che negli annunci a pagamento viene messa in grassetto. La parola in grassetto attira più l’attenzione dell’utente e quindi è più probabile che l’annuncio venga cliccato, perchè a livello psicologico fa più rilevanza visiva.Guarda in questo esempio tratto dalla ricerca di vincere in borsa come vengano messe in grassetto tutte le parole “vincere” “in” “borsa”:


Vincere In Borsa
Guida Fare Soldi col Trading Online
Guadagna Denaro in Borsa dvd €190
www.VincereInBorsa.net

E’ efficace che nel testo dell’annuncio tu inserisca anche verbi e “call to action”. La call to action è l’invito all’azione. Se, ad esempio ci trovassimo in periodo natalizio, un’ottima call to action potrebbe essere: “Scarica la ricetta di Natale.”.

Sotto le feste sono molto cercate le “ricette di Natale”. Far scaricare qualcosa online è un invito all’azione che funziona molto bene su internet. Un qualcosa di immediato, di concreto. Articolo tratto da FARE SOLDI ONLINE CON GOOGLE

L’algoritmo segreto del ranking di Google

Con la pubblicazione del mio ebook Fare Soldi Online con Google ho trascorso parecchio tempo a fare test e sviluppare nuove idee per comprendere la formula segreta del ranking di Google. E naturalmente sto continuando a lavorarci sopra per tenere aggiornato l’ebook ogni mese.

Il celebre giornale “The New York Times” riporta un’intervista a Mr. Singhal, guru dell’algoritmo di Google, che afferma: “Le nostre formule sono cresciute nel tempo e hanno iniziato a leggere nella mente delle persone, per interpretare le loro richieste. Gli utenti cercano un lavoro, un prodotto o un fatto? La formula può interpretarne il pensiero e capire se uno cerca “apples” e vuole la mela come frutto, oppure se cerca “Apple” per intendere i computer o gli Ipod. La formula può compensare anche errori di battitura o parole troppo vaghe. La ricerca è passata in pochi anni dal ‘dammi quello che ho digitato’ a ‘dammi quello che voglio’…”

Io penso che queste parole siano molto significative. L’algoritmo di ricerca sta cambiando, si sta evolvendo verso una ricerca perfetta, quasi umana. In pochi sanno che il PageRank è sempre meno significativo, in favore del TrustRank, l’indice di fiducia nel sito. Questo porterà forse a ricerche perfette e prive di spam…

Pagare Google Adwords o ottimizzare?

Da anni webmaster di ogni livello cercano di ottenere visitatori da motori di ricerca come Google o Yahoo. La questione è: mi compro una pubblicità in pay-per-click o lavoro sull’ottimizzazione del mio sito?

L’ottimizzazione del sito, studio enorme su come essere al primo posto nella parte gratuita dei risultati di un motore di ricerca, si chiama SEO, Search Engine Optimization, ottimizzazione per i motori di ricerca, un qualcosa di piuttosto lungo e laborioso, che non garantisce risultati e che può occuparti un sacco di tempo.

Se la strategia va a buon fine puoi risparmiare denaro: e parliamo di migliaia di euro all'anno.

Alcuni si chiedono: vale la pena faticare tanto per una keyword quando hai la possibilità di investire su centinaia di parole chiave con pochi centesimi di euro? O ti impegni a fare la stessa operazione di ottimizzazione centinaia di volte, ma è impossibile, o ti rendi conto che conviene, spendendo il meno possibile, acquistare le parole chiave in pay-per-click.

Il vero problema è che Google, e così gli altri motori di ricerca, cambia le regole del gioco quando più gli aggrada. Infatti, tempo fa, è accaduto che, ad un certo punto, quando tutti ormai conoscevano le strategie per attestarsi in cima al rank della parte gratuita, e si era innescata una guerra spietata tra i vari concorrenti, sono cambiate tutte le regole. Non dipendeva più da quello che scrivevi nel sito, ma da quanti utenti ti linkavano dall'esterno.

Dopo mesi e mesi di studio le nuove regole sono state individuate, e c’era chi faceva offerte di questo genere: “Tu ci paghi dieci dollari e noi mettiamo il tuo link nel nostro sito, così tu viene cliccato da noi e da tanti altri e cresce il tuo ‘pagerank’, ovvero la tua autorità sul web".

Google ha cambiato anche in questo caso le regole e si è dovuto ricominciare da capo. Il sistema ogni tanto si aggiorna per non farsi imbrogliare, perché altrimenti le ricerche sarebbero comandate da chi studia di più. Invece gli ingegneri di Google vogliono dare risultati concreti e seri, senza che si possa manipolarli a proprio piacimento.

Tempo fa, una persona che ha comprato il mio libro FARE SOLDI ONLINE IN 7 GIORNI e con la quale ho fatto coaching, mi ha detto: “Guarda, io nel pay per click non credo. Non vedo perché spendere soldi quando con un attento lavoro di ottimizzazione posso arrivare primo nei risultati gratuiti”. Gli ho risposto molto semplicemente: “Okay, continua così, perdi tempo sull'ottimizzazione. Forse fra tre mesi sei primo in qualche risultato di ricerca, nel frattempo un ragazzino di 18 anni che ha letto il mio libro e che si è affiliato, ha già guadagnato almeno 3.000 euro.

In conclusione conviene ottimizzare le tue pagine , e mentre lo fai, intanto provare anche il pay per click, perché, per quanto rappresenti una spesa, comunque ci sono strategie per pagarlo poco; in più sei online dopo cinque minuti e sulle parole che hai deciso tu. Sai quanto spendi, perché hai un budget preciso, sai quanto guadagni e quindi se funziona va avanti”.

Articolo tratto da FARE SOLDI ONLINE CON GOOGLE